Roncola migliore: Guida all’acquisto con classifica e prezzi (2022)

Roncola

La roncola è un attrezzo agricolo a lama larga tagliente e, nella maggioranza dei casi, presenta l’estremità ricurva.

Ecologica e caratterizzata da prezzi decisamente accessibili, la roncola è un utensile estremamente efficace che trova le sue origini già nell’età del bronzo e che risulta indispensabile per chiunque si cimenti in attività bucoliche.

Con una roncola di buona qualità e ben affilata, potrete facilmente potare siepi e rampicanti, tagliare ramoscelli, arbusti e rovi, disboscare, rimuovere la corteccia dai tronchi, sfoltire gli alberi.

Se stai pensando di approcciarti al giardinaggio e non sai come scegliere l’attrezzo giusto, qui troverai tutte le informazioni di cui hai bisogno ed una guida all’acquisto delle migliori roncole selezionate con cura per ogni tua esigenza.

Le diverse tipologie di roncola

  • Ronca

La ronca rappresenta la tipologia di roncola più antica e diffusa. Si tratta di una roncola di dimensioni contenute (tra i 30 ed i 50 centimetri di lunghezza) con lama ad uncino molto larga e manico corto di spessore rilevante.

Queste sue caratteristiche peculiari conferiscono alla ronca grande stabilità di impugnatura e, conseguentemente, grande precisione di azione. La ronca è particolarmente adatta a sgrossare i cespugli e sfrondare gli arbusti.

  • Roncola a manico lungo

La roncola a manico lungo è ideale per sfoltire la vegetazione fitta, poiché la lunghezza del manico consente di agire a distanza dall’utilizzatore e anche in altezza.

La stessa caratteristica di lunghezza del manico, che può arrivare sino ad un metro e mezzo, consente di impugnare l’attrezzo con entrambe le mani e, pertanto, di imprimere maggiore forza nelle operazioni di disboscamento e potatura degli alberi.

  • Roncola per rovi

La roncola per tagliare i rovi è un utensile dotato di lama a doppio filo grazie a cui, nel proprio passaggio, rimuove tutta la flora presente. Presenta su un lato una lama ricurva adatta a falciare, sull’altro una lama piatta fatta per tagliare.

La lunghezza di questa roncola non supera generalmente i 60 centimetri. Questo tipo di roncola è particolarmente adatto al disboscamento massivo.

  • Falcetto

Il falcetto è un tipo di roncola di dimensioni contenute (generalmente al di sotto dei 40 centimetri di lunghezza) con lama molto ampia e manico corto che conferisce stabilità all’impugnatura.

Questa roncola si rivela estremamente efficace nel disboscamento dei sentieri e per potare rami di piccolo e medio spessore. Il falcetto non è invece adatto per falciare l’erba.

  • Roncola con lama a doppio filo

La forma della lama di questa tipologia di roncola può variare; tuttavia, la caratteristica peculiare è rappresentata dal connubio di una lama e becco corto e largo ed una, opposta, dritta e molto tagliente.

La lama a doppio filo è pesante e questa caratteristica consente all’utilizzatore della roncola di produrre, a parità di sforzo, una forza molto maggiore rispetto ad altri utensili.

  • Roncola tascabile

La roncola tascabile rappresenta il coltellino svizzero del giardiniere: sempre disponibile ed estremamente pratica, la roncola tascabile è dotata di una lama corta, bisellata su ambedue i lati.

Con la sua dimensione ridotta, che non supera i 10 centimetri, la roncola da tasca rappresenta l’utensile più pratico, comodo e versatile della categoria.

Come scegliere la miglior roncola?

Roncola professionale

Per aiutarvi nella scelta della miglior roncola abbiamo deciso di stilare una lista delle caratteristiche fondamentali che essa deve possedere.

Ovviamente le varie tipologie di roncola avranno delle caratteristiche specifiche, ma queste sono, in linea generale, le più importanti per voi.

La forma ed i materiali che costituiscono una roncola influiscono sia sugli utilizzi ad essa più adatti che sulla sua qualità.

  • Il peso

Anche il peso della roncola rappresenta un elemento da valutare, in combinazione con la nostra forza fisica: per il disboscamento massivo, lo sfrondamento e la falciatura dell’erba sono preferibili roncole leggere; per tagliare rami o addirittura alberi vanno indubbiamente prediletti modelli più robusti e pesanti.

Gli elementi che compongono la roncola sono il manico e la lama. Di entrambi analizzeremo le caratteristiche in relazione a forma e materiali.

  • La lama

La forma della lama individua il tipo di roncola e gli usi ad essa più adatti. Le lame con accentuate forme curve, che variano tra “uncino” e “mezzaluna” in base alla loro larghezza, risultano particolarmente idonee alle operazioni di falciatura.

Le lame a doppio filo, dotate al contempo di lama ricurva e lama piatta, sono le più adatte al taglio delle fronde e dei rovi ed al disboscamento massivo. Le lame pesanti, infine, sono ideali per potare rami e tagliare legni.

Il materiale che conferisce maggiore qualità alla lama di una roncola è indubbiamente l’acciaio, la cui durezza è determinata dalla concentrazione al suo interno di carbonio. La durezza della lama, che si esprime in kg/mm², è importante così come il suo spessore.

È importante che la lama sia stabile e non si fletta pertanto, si sconsiglia l’acquisto di roncole con lame con spessore inferiore a 3 millimetri. Altra caratteristica fondamentale che una lama della roncola deve possedere è una perfetta affilatura.

  • Il manico

Il primo elemento da valutare in merito al manico della roncola è la sua lunghezza: manici corti consentono maggiore precisione nel colpo ma risultano adatti solo ad operazioni ad altezza uomo e su elementi distanziati tra loro; manici lunghi, afferrabili con entrambe le mani, consentono di lavorare in altezza ed anche in condizioni di vegetazione molto folta.

Per quanto concerne ai materiali, il manico della roncola può essere realizzato in materiali naturali, come legno e cuoio, o in plastica, talvolta combinata con materiali metallici. Qualunque sia il materiale scelto, è importante valutarne la resistenza e l’ergonomia.

Precauzioni di sicurezza:

Dal momento che la roncola è un attrezzo affilato e tagliente e che il suo utilizzo prevede l’impiego di forza manuale e movimenti piuttosto celeri, è importante maneggiare con estrema attenzione questo attrezzo, accertandosi che nessuno si trovi nelle immediate vicinanze.

Le mani vanno protette da tagli e possibili schegge indossando i guanti da lavoro. È importante che il manico sia ergonomico e antiscivolo per garantire la stabilità dell’impugnatura.

Classifica delle 7 migliori roncole del 2022:

Miglior roncola

Ti proponiamo adesso un’accurata selezione di prodotti, scelti da noi per la loro alta qualità ed adatti ad ogni tipo di utilizzo e ad ogni tasca.

  • Bergamo di Rinaldi Art. 101 – Miglior roncola

Il primo prodotto che ti proponiamo nella top 7 delle migliori roncole in commercio è un articolo prodotto da Rinaldi caratterizzato da grande robustezza e affilatezza a fronte di un peso piuttosto contenuto pari a 730 grammi.

La lama di questo utensile è larga e stabile. Lunga 33 centimetri ed estremamente maneggevole, questa roncola è ideale per inferire colpi precisi ed in grado di potare rami robusti.

Il manico, estremamente ergonomico, è realizzato in cuoio. Rispetto ad altri prodotti simili, il prezzo di questo articolo è superiore ma decisamente giustificato dall’alta qualità.

  • Lionelli Falci 1351038G Frattarola

La seconda proposta della nostra classifica delle migliori 7 roncole in commercio è prodotta da Leonelli ed è una roncola a manico lungo in legno verniciato e lama a doppio filo in acciaio forgiato.

La lunghezza complessiva dell’utensile è pari a 45.5 centimetri mentre il peso è di 730 grammi. Interamente prodotta in Italia, questa roncola è idonea a lavori di decespugliatura e rimozione di rovi.

La lunghezza del manico la rende adatta anche a lavori in altezza e la doppia lama la trasforma in un oggetto versatile, utilizzabile anche come piccola ascia.

  • Ausonia – Roncola professionale

Con la sua lama in acciaio di alta qualità lunga 30 centimetri, con spessore variabile e grande stabilità, questa roncola rappresenta un ottimo prodotto di livello professionale. Il manico, in cuoio, è ergonomico e antiscivolo. Con un peso di circa 650 grammi, la roncola di Ausonia è maneggevole, robusta e consente di inferire colpi molto precisi. Ottimo rapporto qualità/prezzo.

  • Verdemax 4258

La roncola di Verdemax che proponiamo nella nostra top 7 ha un peso piuttosto ridotto, pari a soli 500 grammi. Adatto all’uso anche da parte di principianti, questo utensile è dotato di un manico in plastica molto ergonomico ed antiscivolo, sufficientemente lungo da allontanare la lama dalle mani dell’utilizzatore. Ideale per siepi, fronde e piccole ramaglie, questa roncola risulta ben bilanciata durante l’utilizzo.

  • Lionelli Falci 290101-1

Ottimo rapporto qualità prezzo per questa roncola professionale degna di entrare nella top 7 delle migliori roncole in commercio. La roncola  prodotta da Leonelli è caratterizzata da peso contenuto (solo 640 grammi) a fronte di una lunghezza pari a 37 centimetri, di cui 27 appartenenti alla lama, in realizzata in acciaio forgiato.

Interamente fabbricata in Italia, questa roncola ha un manico ergonomico e antiscivolo in cuoio. Gli utenti che hanno acquistato questo utensile ne vantano bilanciamento, robustezza e affilatezza, oltre alla precisione dei colpi inferti ed alla maneggevolezza.

  • Burg – Roncola economica

Nella classifica delle sette migliori roncole in commercio non può mancare una roncola tascabile. Il modello che abbiamo scelto è prodotto e commercializzato da BURG, richiudibile e dotato di custodia in nylon.

La lunghezza complessiva dell’utensile aperto è di 160 millimetri, di cui 70 appartenenti alla lama. Una volta chiusa su sé stessa, la roncola da tasca misura solo 90 millimetri e può essere comodamente risposta nella custodia in dotazione.

  • S Smautop

S SMAUTOP Roncola, Lunghezza: 9.25in,Acciaio temprato/Manico in Ferro, Nero/Argento
  • [Uso]: questo è uno strumento manuale molto pratico per i giardinieri. Può essere utilizzato per lavori di giardinaggio quotidiani come diserbo, raschiare la corteccia, piantare ortaggi e innestare...

L’ultimo prodotto selezionato con cura per comporre la classifica delle migliori sette roncole in commercio è un accessorio pratico, leggero e adatto a chiunque abbia un giardino. Si tratta di una roncola realizzata in acciaio temprato di alta qualità, forgiato e saldato artigianalmente.

Si tratta di un utensile adatto ai lavori di giardinaggio quotidiani come innesti, diserbi, falciature. Il manico è realizzato in ferro. La roncola SMAUTOP, inoltre, risulta estremamente maneggevole grazie alle sue dimensioni ridotte (lunghezza pari a 24 centimetri) ed al peso irrisorio di 160 grammi.

Curiosità: Le varianti regionali

La più nota variante della roncola ha origini toscane e prende il nome di “Pennato”. Diffuso anche in Emilia-Romagna, Abruzzo, Umbria e Lazio, il pennato è dotato, rispetto alla tradizionale roncola, di un’appendice tagliente, chiamata appunto “penna”, che rende l’attrezzo utilizzabile sia come roncola che come ascia.

In Sicilia e in Calabria, un attrezzo di uso comune molto simile alla roncola è la “Runca”, dotata di manico tubolare realizzato in ferro quale appendice dell’utensile.

La “Ristaia” è la variante elbana della roncola ed è caratterizzata da immanicatura ad anello e dalla lama mozzata nella sua parte finale.

In Veneto, lo “Stegagno” è una roncola dotata di lama estremamente larga e quasi del tutto priva della curvatura finale.

Il “Massànc”, infine, è una roncola tipica del Friuli-Venezia-Giulia caratterizzata da una curvatura minima e usata generalmente per sfrondare gli alberi di gelso posizionati tra i filari delle viti.

E allora, sei pronto a dedicarti al giardinaggio? Qual è il prodotto, all’interno della nostra classifica delle migliori roncole in commercio, più adatto alle tue esigenze?

Leggi la nostra Disclaimer sui Prezzi. Cliccando sui prodotti sarà possibile trovare anche il miglior usato di qualità professionale a prezzi economici!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here