Tagliapiastrelle – Guida alla scelta

Miglior tagliapiastrelle

Comodo, pratico da usare e facile da reperire, il tagliapiastrelle rappresenta oramai un arnese che non può mancare a tutti coloro che eseguono lavori di bricolage e fai da te in casa. Grazie a questo utile strumento, disponibile in tante varianti e anche nella versione professionale e semi professionale, il taglio preciso delle piastrelle diventa davvero un gioco da ragazzi.

Questa guida contiene tutte le informazioni utili per supportare all’acquisto di un nuovo tagliapiastrelle, oltre che preziosi consigli per scegliere il miglior tagliapiastrelle sul mercato. Non mancano indicazioni sui prezzi tagliapiastrelle specifici per hobbisti o per i professionisti del settore.

Invitiamo, alla fine della guida, anche alla lettura delle opinioni tagliapiastrelle sulla base dei pareri espressi dai consumatori e su un confronto fra i vari prodotti. Tutto ciò per fare uno shopping maggiormente consapevole e scovare il modello con le caratteristiche e la meccanica di taglio più adatta alle specifiche esigenze.

Tagliapiastrelle: Perché comprarlo?

Bestseller No. 1
Einhell 4301185 Tagliapiastrelle TC 800, W, 240 V
  • Il banco in acciaio inossidabile robusto e facile da pulire (misure: 395 x 385 mm) è dotato di una scala graduata fino a 45 gradi e di piedi antiscivolo per una presa salda
Bestseller No. 2
Mannesmann - M 635 – Tagliapiastrelle
  • Per tutti i tipi di piastrelle da parete e pavimento
Bestseller No. 4
Bosch Home and Garden PTC 640 Tagliapiastrelle Manuale Verde640 mm
  • Adatto per il taglio di ceramica, grès e grès porcellanato; massima lunghezza di taglio: 640 mm (piastrelle 45 cm x 45 cm)
Bestseller No. 5
Topway tagliapiastrelle manuale d-01 a 1200 mm
  • Linea di taglio con guida di posizionamento laser per tagli rapidi di precisione

I migliori tagliapistrelle offerti sul mercato differiscono fra loro per forma, dimensioni, materiali e presenza o meno di motore. Scegliere il modello giusto, quindi adatto alle proprie necessità, può rivelarsi molto complicato. A volte può essere utile una semplice taglierina, ma in altri casi bisogna puntare su modelli più potenti.

Il rischio è quello di portare a casa un tagliapiastrelle con una spesa eccessiva o che alla fine non soddisfa appieno le varie esigenze lavorative. Quando, invece, l’acquisto si rivela azzeccato, il tagliapiastrelle permette un significativo risparmio sul costo della manodopera e di portare a compimento svariati lavori in casa, senza ricorrere all’intervento di un operaio qualificato.

Trovare il miglior tagliapiastrelle aul mercato vuol dire poter eseguire la posa in opera dei rivestimenti interni ed esterni del proprio appartamento in totale autonomia e con risultati molto soddisfacenti. Tutto ciò si traduce inevitabilmente anche in una bella soddisfazione per chi pratica il fai da te a qualsiasi livello.

Uno strumento che consente il taglio e la sagomature delle piastrelle secondo le misure che si desiderano. Questa, in estrema sintesi, è la funzione principale del tagliapiastrelle, arnese sempre più acquistato dai professionisti del settore, ma anche da coloro che si dilettano nei lavoretti di bricolage.

Il prodotto presenta nella maggior parte dei casi un piano d’appoggio per la piastrella e un meccanismo che consente la regolazione del taglio. La guida, solitamente provvista di righello, permette tagli paralleli molto netti e definiti. Alcune volte può anche essere presente un goniometro per realizzare spigoli precisi.

Oltre alla struttura, che può avere dimensioni più o meno compatte ed essere realizzata con materiali robusti come alluminio pressofuso o acciaio inox, sono diversi i fattori da tenere in considerazione durante la scelta dei migliori tagliapiastrelle. Si parte dal sistema di funzionamento che può essere manuale o con motore elettrico, per poi toccare ulteriori aspetti come la capacità di taglio, i materiali e la valutazione sul rapporto qualità prezzo.

Consigli per scegliere il miglior tagliapiastrelle sul mercato:

Tagliapiastrelle manuale

I migliori tagliapiastrelle possono essere dotati o meno di motore. Quelli manuali sono molto pratici e facili da usare, in quanto serve solo posizionare la piastrella sulla base d’appoggio, bloccarla tramite le pinze per poi praticare un’incisione netta attraverso il separatore.

I tagliapiastrelle di tipo manuale sono più indicati per eseguire tagli su mattonelle non particolarmente spesse e dure. Inoltre, occorre considerare che l’uso intensivo e prolungato può risultare faticoso, visto che il taglio tramite separatore richiede comunque l’impiego di forza fisica.

In alternativa, sul mercato si trovano tantissimi tagliapiastrelle elettrici in grado di separare le piastrelle attraverso un disco diamantato. In questo caso l’utilizzatore non dovrà far altro che lasciare scorrere il disco sulla piastrella, senza esercitare alcuna pressione manuale e quindi con il minimo sforzo. I modelli elettrici permettono di tagliare piastrelle con spessore variabile anche fino a 4 mm. Solitamente durante il funzionamento il disco diamantato viene raffreddato attraverso un sistema ad acqua. Quest’ultima, inserita all’interno di una vasca, mentre raffredda la lama aiuta anche a limitare la dispersione delle polveri.

Infine esistono anche i tagliapiastrelle chiamati radiali, che si rivolgono al pubblico dei piastrellisti professionisti. Sono modelli dalle dimensioni più generose, perché dotati di un piano di lavoro completo di gambe. In fase di funzionamento la mattonella rimane ferma e salda, mentre viene attraversata da una grande lama diamantata, per ottenere così tagli maggiormente precisi rispetto a quelli realizzati con i tagliapiastrelle classici.

I migliori tagliapiastrelle radiali non temono i materiali molto duri e spessi, visto che riescono ad incidere i rivestimenti in pietra naturale alti fino 10 mm. Questi strumenti lavorando in maniera intensiva senza difficoltà.

  • Motore e taglio:

Coloro che stanno valutando di portare a casa uno dei migliori tagliapiastrelle con motore dovranno tenere in considerazione il livello di potenza. Occorre considerare che motore solitamente assorbe dalla corrente elettrica valori compresi fra 400 e 900 watt. Più alto è livello di potenza e maggiore sarà la capacità di tagliare piastrelle spesse. Un buon tagliapiastrelle solitamente viene equipaggiato con motori non inferiori a 600 watt.

Diverso è il discorso che riguarda i tagliapiastrelle professionali, ovvero quelli radiali, il cui motore raggiunge livelli di potenza decisamente maggiori e che possono arrivare anche a 2200 watt, ideali per separare piastrelle in sequenza dallo spessore di 200 mm.

Importante è anche considerare la tipologia della lama che nei modelli manuali non presenta caratteristiche particolari. Diversamente i migliori tagliapiastrelle elettrici presentano dischi diamantati, maggiormente efficaci nel separare le mattonelle in maniera netta. Tuttavia, vista l’alta velocità raggiunta durante la fase di taglio, la lama viene raffreddata tramite un sistema ad acqua.

Occorre anche considerare l’ampiezza della lama che influisce sullo spessore della mattonella da tagliare. In genere, per quanto riguarda i tagli paralleli, la lama presenta una lunghezza pari a 650 mm e di 450 mm per le incisioni diagonali. I tagliapiastrelle radiali presentano lame diamantate con dimensioni decisamente maggiori.

Infine, buona regola è anche confrontare lo spessore di taglio fra i migliori tagliapiastrelle, valore che può essere compreso fra i 13 mm, per ciò che riguarda le taglierine di tipo manuale, fino ad arrivare ai 40 mm avuto riguardo ai modelli semi professionali.

  • Struttura del tagliapiastrelle:

Le dimensioni dei migliori tagliapistrelle sono variabili. Alcuni modelli, come i taglierini manuali, sono compatti, facili da trasportare da un luogo ad un altro, anche perché non devono essere allacciati alla corrente elettrica.

I tagliapiastrelle a motore possono avere anche una struttura più ingombrante e quindi rivelarsi pesanti da spostare, specie per la presenza del piano di lavoro. In ogni caso è sempre meglio puntare sui migliori tagliapiastrelle, con una buona stabilità, che vengono realizzati con materiali durevoli nel tempo, quali alluminio pressofuso o acciaio inox.

  • I prezzi:

Qual è il costo di un tagliapiastrelle? In commercio esistono modelli per tutte le tasche. I migliori tagliapiastrelle manuali sono quelli più economici, per poi passare a quelli dotati di motori e fino ad arrivare ai radiali di alta fascia. Il prezzo dipende molto dalle caratteristiche come la potenza del motore, la qualità della lama o la robustezza dei materiali. Anche la marca influisce sul prezzo. Meglio scegliere fra i migliori tagliapiastrelle distribuiti dai brand conosciuti che spesso sono sinonimo di qualità e di durevolezza nel tempo.

Come scegliere un modello professionale:

Bestseller No. 2
HomeOde 120CM Mattonelle Taglierina Tagliapiastrelle Tile Cutter Professionale 1200MM Tile Cutter...
  • Lunghezza massima di taglio di 1200 mm;Larghezza minima di taglio di 35 mm; Spessore di taglio:6mm-15mm; Guida in acciaio inox; Ruota di taglio della lega; Rilievi in gomma spugna da 10mm
Bestseller No. 4
Bosch Home and Garden PTC 640 Tagliapiastrelle Manuale Verde640 mm
  • Adatto per il taglio di ceramica, grès e grès porcellanato; massima lunghezza di taglio: 640 mm (piastrelle 45 cm x 45 cm)
Bestseller No. 5
BuoQua 120cm Tagliapiastrelle Manuale Taglia Spessore Da 6mm A 15mm Taglia Mattonelle Macchina...
  • Lunghezza massima di taglio di 1000 mm;Larghezza minima di taglio di 35 mm;Spessore di taglio:6mm-15mm;Guida in acciaio inox; Ruota di taglio della lega; Rilievi in gomma spugna da 10mm

Le considerazioni fatte per la scelta dei migliori tagliapiastrelle, sia manuali che elettrici, valgono anche per acquistare un modello radiale, ovvero destinato ad un utilizzo esclusivamente professionale.

In questa ipotesi la prima cosa da fare è valutare la potenza del motore che generalmente non è mai sotto i 2200 watt, a fronte di una velocità di giri al minuto che raggiunge valori pari a 4200. I modelli professionali permettono una lunghezza di taglio che può essere anche di circa un metro e le lame raggiungono una profondità di 100 mm, anche su rivestimenti particolarmente duri.

In ogni caso si tratta di modelli ingombranti che dispongono di una struttura pesante, difficile da spostare e dotata di un piano di lavoro ampio per eseguire lavorazioni in serie e intensive. I migliori tagliapiastrelle radiali, oltre ad offrire elevate prestazioni, vengono offerti ad un prezzo decisamente maggiore rispetto ai modelli per hobbisti di tipo elettrico.

Leggere le opinioni dei migliori tagliapistrelle attualmente disponibili sul mercato permette di fare maggiore chiarezza e di trovare senza alcuna difficoltà il modello più adatto alle proprie esigenze. Sono sempre più numerosi gli appassionati di fai date, oltre che gli operai specializzati, che acquistano tagliapiastrelle di ogni tipo, da adattare alle diverse esigenze lavorative e in linea con il budget di cui si dispone.

Leggi la nostra Disclaimer sui Prezzi. Cliccando sui prodotti sarà possibile trovare anche il miglior usato di qualità professionale a prezzi economici!

Leave a Reply