Banco da lavoro: Guida alla scelta con prezzi dei migliori modelli

Banco da lavoro

Con il banco da lavoro è possibile svolgere svariati lavori e soprattutto avere una base operativa affidabile e ordinata grazie alla quale operare in modo professionale.

Analizziamo ora sia quali sono i criteri di scelta che identificano i migliori banchi da lavoro, sia i modelli specifici che rientrano di diritto in questa ristretta categoria di strumenti.

Come scegliere il miglior banco da lavoro?

1
Metallmobell-MB010N. Banco da lavoro 160 x 60 x 84 cm con cassetti e armadi in metallo e gambe...
  • Trova ciò che stai cercando. È già bene avere tutto sparso in tutti i luoghi e tenendolo in un unico posto, conserva i tuoi strumenti nei 6 cassetti disponibili e nei 2 armadi con serratura con...
2
Bosch Home and Garden 0603B05200 PWB 600 Banco Da Lavoro, Quattro Ganasce Di Serraggio
  • Banco da lavoro PWB 600, per fissare in sicurezza qualsiasi pezzo in lavorazione
3
MBI - tavolo da lavoro componibile in acciaio e MDF, utile per garage di casa, utile per tenere gli...
  • Tavolo da Lavoro 2 Ripiani, 1 Cassetto, 1 Pedana Struttura in Metallo Portata Max: 230 kg Dimensioni: 120 x 60 x 150 cm Area di lavoro: 119 x 59 cm
4
Holzmann Maschinen WT06 Werkbank WT06 (B x H x T) 1210 x 1500 x 610mm
  • Montaggio molto semplice, grazie al sistema a innesto · Dimensioni piano di lavoro MDF, su un piano stabile telaio in lamiera · Incl. 20 ganci posizionabili singolarmente per i inglese ·
  • Il banco da lavoro e la dimensione:

Le dimensioni di questo strumento influiscono pesantemente sulla decisione finale che si intende effettuare: ciò in quanto a seconda dello spazio di cui si dispone nel garage o nel laboratorio è possibile optare per un banco da lavoro adeguato.

Parlando di misure è anche di fondamentale importanza valutare per quale scopo si deve acquistare il banco da lavoro: per esempio se i lavori di riparazione sono poco frequenti, o comunque si deve lavorare su piccoli strumenti, uno strumento che misura tre metri diviene eccessivo e sinonimo di spazio sprecato.

Unendo questi due criteri è possibile identificare la grandezza che questo strumento deve possedere.

  • La sua portata:

La dimensione principale deve essere necessariamente seguita dalla portata: questo valore consente di scoprire quale sia il peso massimo complessivo che viene supportato dalla struttura senza che questa subisca dei danni.

Anche in questa circostanza è importante adeguatamente valutare che tipo di utilizzo deve essere effettuato dello strumento: qualora si debbano riparare strumenti elettronici, quali computer, cellulari o piccoli elettrodomestici, il banco da lavoro può avere una tollerabilità non eccessiva.

E’ invece diversa la situazione se, invece, si deve utilizzare il banco da lavoro per lavorare grossi tronchi di legna oppure parti meccaniche in metallo pesante: in questo caso è di fondamentale importanza far ricadere la propria decisione finale su una base che abbia un elevato grado di sopportazione di peso.

Sbagliare la portata vuol dire non svolgere adeguatamente un lavoro, specialmente se il banco della lavorazione è molto fragile e si deve lavorare su materiali pesanti come quelli prima citati.

  • Il materiale del banco da lavoro:

Dopo aver esaminato le dimensioni, bisogna anche scegliere quale sia il materiale adeguato che caratterizza il banco da lavoro.
I principali materiali sui quali far propendere la propria scelta sono il legno e l’acciaio, che in quanto a resistenza sono il top gamma.

L’acciaio è ideale qualora si debba effettuare una lavorazione su materiali pesanti e inoltre è molto semplice da pulire: basta solamente utilizzare un solvente per igienizzare il banco.

Il legno gode di una resistenza leggermente inferiore rispetto all’acciaio ma, in compenso, è maggiormente leggero e in caso di spostamento del bancone non si riscontrano particolari difficoltà.

Questo materiale permette di lavorare sui diversi strumenti e superfici anche di peso medio elevato.

Gli altri due materiali che possono contraddistinguere il banco da lavoro rientrano nella categoria economica, adatta qualora si svolgano pochi lavori.

La prima tipologia è la plastica: il banco realizzato con questo strumento si presenta come molto leggero e possiede dei rivestimenti nel piano dove si deve operare.

Vista la sua fragilità, questo strumento è adatto per dei piccoli e brevi interventi, specialmente per quelli che devono essere svolti su oggetti elettronici.

La seconda tipologia è, invece, quella del truciolato, altro materiale che rientra nella categoria economica e che permette di svolgere solo un limitato tipo di operazioni.
Il banco in truciolato è leggero e anche in questo caso l’eventuale spostamento può avvenire senza grosse difficoltà.

  • Le ruote:

Una caratteristica accessoria, quindi non fondamentale ma pur sempre gradita, è la presenza delle ruote nei piedi del banco da lavoro.

Queste sono utili specialmente se il banco non deve essere posizionato fisso nel medesimo punto del garage o del laboratorio ma deve essere spostato per completare un lavoro.

Le ruote che caratterizzano il banco da lavoro necessitano di essere scorrevoli, quindi non devono palesare alcuna difficoltà nello scorrimento su determinate superfici, godere di una buona resistenza, quindi non devono consumarsi facilmente ed essere difficili da assemblare.

Inoltre è importante che queste rimangano stabili nei piedi del banco, ovvero non devono smontarsi durante il trasporto, creando situazioni di potenziale pericolo.

Quando si deve scegliere il banco da lavoro migliore è importante considerare:

  1. la presenza di cassetti e ganci per conservare gli strumenti di lavoro;
  2. lo sgabello chiudibile, il quale deve essere comodo nella seduta e schienale;
  3. gli scaffali, che consentono di fare ulteriore ordine una volta terminato il lavoro o riporre gli strumenti che devono essere ancora verificati;
  4. il pannello verticale, per effettuare lavorazioni di montaggio particolari.

Questi criteri sono aggiuntivi ma comunque incrementano l’efficienza del banco da lavoro, tramutandolo in un valido alleato per piccole e grandi riparazioni.

  • Il prezzo:

Sul fronte economico è possibile notare come un banco da lavoro completo e resistente sia maggiormente costoso rispetto a quelli economici, che consentono una lavorazione più semplice.

La scelta, in questa circostanza, deve essere presa considerando la frequenza di utilizzo, il tipo di mansioni che devono essere svolte nonché tutti gli optional, come quelli prima descritti, di cui dispone questo strumento.

In base alle proprie disponibilità, nonché ai criteri di scelta personale, identificare il migliore banco da lavoro che si presta a rispondere a tutte le proprie esigenze diventa molto più semplice.

Ora focalizziamoci su quali sono i modelli migliori e quali caratteristiche li contraddistinguono.

Classifica dei migliori banchi da lavoro del 2022:

Miglior banco da lavoro

  • TecTake 400855 – Miglior banco da lavoro 

Uno tra i migliori banchi da lavoro per qualità e prezzo è rappresentato da TecTake. Questo modello è dotato di un cassetto porta utensili e può sopportare un carico di massimo 200 Kg.

Questo è un banco da lavoro che consente di lavori di una certa portata, è possibile smontarlo in pochi minuti, grazie alla chiusura meccanica e consente di essere portato in giro.

Il banco da lavoro si caratterizza per una superficie di lavoro in bambù, durevole e idrorepellente; presenta una capacità di serraggio di 41 mm, in profondità e 81 mm in larghezza. Presenta una lunghezza di 145 mm.

Si tratta di un tavolo da lavoro ben congeniato dotato di un sistema di apertura e chiusura unico nel suo genere, robusto con vite della morsa in acciaio e stabile.

  • BLACK+DECKER WM301-XJ

BLACK+DECKER WM301-XJ Banco da lavoro WORKMATE ad altezza fissa
  • Telaio in acciaio resistente, doppi fermi a gomito per una presa più forte e maggiore versatilità

Un altro modello è il BLACK+DECKER WM301-XJ è un banco da lavoro WORKMATE ad altezza fissa. È composto da acciaio e bambù e presenta una dimensione di lavoro di lunghezza, profondità e altezza di 15.5 x 84 x 12.5 cm. Il peso si aggira intorno ai sette chili.

Questo modello di banco da lavoro presenta un telaio in acciaio dotato di doppi fermi a gomito per una maggiore tenuta e versatilità.

È un banco da lavoro che può essere trasportato, pieghevole e non ingombrante. È dotato di pioli girevoli regolabili con scanalature di ritenzione per la ganascia con i quali si assicura un ottimo blocco nel’esecuzione dei lavori.

La stabilità è data dai piedini in gomma anti-sdrucciolo.

  • Banco da lavoro regolabile in acciaio Certeo

Banco di lavoro regolabile in altezza | grigio | 87 x 120 x 60 cm | Profondità 60 cm | Portata 600...
  • Ogni ripiano del banco di lavoro è dotato di max. 600 kg di capacità di carico (2 ripiani in totale) | La capacità di carico totale è max. 1200 kg

Certeo è un banco da lavoro semplice e robusto, ideale per lavori di una certa portata. Leggero e stabile, presenta una portata in termini di peso di 600 kg ciascuno ripiano per un totale di 1200 kg.

Può essere utilizzato per riporre pesanti materiali e attrezzi. I ripiani sono essere regolati in altezza ogni 50 mm, permettendo di avere uno spazio libero al di sotto.

Facile da montare da parte di chiunque, non occorrono grandi manovre per il suo assemblaggio. È sufficiente un martello e i pezzi si incastrano velocemente.

Per quanto attiene alla dimensioni di lunghezza, profondità e altezza sono di 60 x 120 x 87 cm. 

  • Wiltec – Banco da lavoro classico

Questa versione del banco da lavoro può essere considerata come la migliore in assoluto e permette di avere un garage attrezzato con uno strumento che offre l’opportunità di svolgere svariati lavori.

Il metallo che contraddistingue questo modello è molto resistente e consente a tutti gli effetti di avere un buon sistema di appoggio abbastanza solido.

Le sue dimensioni sono pari a 1200 x 550 x 1500 mm e il pianto è pari a 1195 x 545 x 9 mm, misure adatte per un tipo di stanza abbastanza ristretta dove è possibile operare.
I vari ganci consentono inoltre di avere il massimo grado di ordine al termine del lavoro.

  • Banco da lavoro Sogi – In legno

Un modello particolare di banco di lavoro, dalle dimensioni compatte e con base in legno che riesce a offrire l’opportunità di ottenere un buon risultato finale sul fronte della praticità.
Semplice e abbastanza compatto, questo modello si presenta come leggero quindi può essere spostato con estrema semplicità, dettaglio da non sottovalutare.

Ideale per officine e piccole stanze.

  • Banco da lavoro Keter

Questo è un banco da lavoro portatile che consente di svolgere lavori anche di tipo elettrico, garantendo quindi un risultato finale abbastanza piacevole dato che non si hanno vincoli particolari sul fronte dell’operatività.

Inoltre occorre parlare del fatto che questo tipo di banco è realizzato interamente in metallo e consente un trasporto molto grazie al sistema di chiusura che si dimostra molto semplice da sottolineare.

Le sue dimensioni sono pari a 85 x 55 x 75,5 cm, altro dettaglio che mette in risalto come il trasporto di questo banco di lavoro sia abbastanza semplice da portare a termine.

Leggi la nostra Disclaimer sui Prezzi. Cliccando sui prodotti sarà possibile trovare anche il miglior usato di qualità professionale a prezzi economici!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here