Miglior lavavetri elettrico: caratteristiche, modelli e prezzi

La pulizia dei vetri di casa, tradizionalmente fatta con spugna e acqua, non è sempre un’attività comoda da svolgere, soprattutto nelle case che hanno numerose finestre e di grandi dimensioni, con conseguente impiego di tempo prezioso che potrebbe essere dedicato ad attività più piacevoli. Ecco che sul mercato è arrivato un valido supporto, il lavavetri elettrico, ossia un dispositivo che pulisce i vetri in autonomia grazie alla forza pulente del vapore e dell’apposita soluzione detergente.

lavavetri elettrico

Bestseller No. 2
Karcher, Pulisci vetro, WV 50, Colore: Giallo
  • Con il nuovo aspiragocce WV 50 Plus Karcher, vetri, piastrelle e specchi sono puliti in un baleno
Bestseller No. 3
Merisny Aspiragocce Elettrico senza Fili per Pulire Vetri, Finestre e Specchi, lavavetri...
  • ✅Lavavetri elettrico senza fili, studiato appositamente per: vetri, finestre e specchi, piastrelle e docce, superfici piane e tavoli in vetro, abbaini
Bestseller No. 5

Come funziona:

I lavavetri elettrici sono prodotti molto maneggevoli e leggeri da spostare e il loro funzionamento è intuitivo. Essi possono essere utilizzati con due differenti modalità: manuale, per cui si appoggia il dispositivo sul vetro da pulire e lo si guida con l’azione di un telecomando, oppure automatica, per cui si collega  il piccolo apparecchio alla presa di corrente e lo si lascia lavorare da solo, in quanto è in grado di muoversi autonomamente sulla superficie e di pulirla. Esso non compie un percorso lineare sul vetro e se ci dovesse essere la presenza di particelle più grosse che fungono da intoppo, segnala l’ostacolo attraverso un segnale acustico. Per questo motivo, anche se l’apparecchio non necessita del nostro supporto per funzionare, è bene essere presenti mentre è in funzione, in quanto si tratta pur sempre di un elettrodomestico e come tale necessita delle precauzioni generali: va mantenuto lontano da fonti di calore, in un ambiente fresco e asciutto; inoltre è bene staccare la spina ogni volta che lo si deve maneggiare. Questi apparecchi possono funzionare sia con la batteria (e in questo caso va ricaricato dopo ogni utilizzo per averlo pronto la volta successiva) sia con la presa elettrica.

Caratteristiche del lavavetri elettrico

Un buon lavavetri elettrico è un dispositivo di dimensioni ridotte e molto pratico da utilizzare, in grado di pulire egregiamente i vetri con poca fatica e con un consumo limitato di corrente elettrica. Il dispositivo infatti deve semplicemente essere posizionato sul vetro da  pulire, dopodiché è in grado di riconoscere le caratteristiche della superficie e di pulirla con efficacia.

E’ inoltre un apparecchio sicuro, in quanto è dotato di morbidi paracolpi che, in caso di urto, preservano i serramenti. I lavavetri sono stati concepiti per pulire vetri sia singoli sia doppi che abbiano uno spessore totale non inferiore ai 5 millimetri e che abbiano misure tutto sommato contenute. Essi sono in grado di togliere polvere e sporcizia depositata, ma non le macchie più ostiche da rimuovere.

Il suo utilizzo non è adeguato sui vetri decorati o smerigliati, ricoperti da grasso (soprattutto in cucina), mentre assolvono al meglio la propria funzione su tipologie di vetri standard. Esistono però in commercio modelli che sono in grado di pulire anche le piastrelle. Un buon apparecchio dovrebbe essere dotato di una gomma che garantisca la massima pulizia. Inoltre il serbatoio che serve a raccogliere l’acqua che viene assorbita deve avere una buona capienza, in modo da non essere costretti a svuotarlo dopo il passaggio su ogni vetro, ma che consenta di pulire agevolmente tutta la casa. Altra caratteristica fondamentale è che abbia a disposizione un buon corredo di accessori che ne agevolino l’utilizzo (manico allungabile, spazzole per vari superfici) e riesca ad agire anche su superfici inclinate. Il prezzo base per questi dispositivi è di 50 euro, mentre più si spende più il livello e le prestazioni saranno più elevati.

Lavavetri elettrico, a vapore o magnetico?

In commercio sono presenti varie tipologie di lavavetri, ma per ognuno di essi è importante verificare le caratteristiche che hanno, in modo da assicurarsi  una resa efficace. Una novità innovativa sul mercato – adatta soprattutto per l’uso domestico –  è rappresentata dal lavavetri magnetico, composto da due calamite alle quali va interposto il vetro: esse strisceranno parallelamente garantendo una buona pulizia. Dalla loro parte hanno il vantaggio di essere economici e molto leggeri da maneggiare, anche se bisogna messere in conto la necessità di un doppio passaggio sul vetro (uno per la pulizia e uno per l’asciugatura). Tra i vari modelli, comunque, sono sempre preferibili i lavavetri a vapore, i quali tolgono la necessità di passare più volte sul vetro, in quanto lava e asciuga direttamente alla prima passata. Questi elettrodomestici però hanno un peso mediamente superiore, in quanto non contengono al suo interno soltanto i serbatoi, ma anche la struttura che consente di trasformare l’acqua in vapore. Per chi invece vuole ottenere risultati sorprendenti, o necessita di pulire grandi superfici in aziende o uffici, deve orientarsi su un lavavetri professionale. I prodotti leader in questo settore sono quelli della Ecovacs, che ha realizzato veri e propri robot pulisci vetro, in grado di funzionare in modo intelligente a seconda del tipo di vetro, della presenza di bordi ed eventuali ostacoli, garantendo un pulito perfetto e senza antiestetiche tracce.

Come scegliere il migliore?

In alcuni casi non è possibile far funzionare da solo quest’elettrodomestico senza che ci sia un minimo intervento anche da parte nostra, in particolare per quanto riguarda due aspetti: innanzitutto per aggiungere il detergente e, in seguito, terminato il suo passaggio sul vetro, per asciugare eventuali aloni rimasti. Se così fosse si potrebbe pensare che il suo acquisto non sia così utile. Ecco perché è necessario documentarsi sui prodotti che presentino davvero una buona efficacia. Un lavavetri elettrico classico è un aspiragocce, ossia un apparecchio che riesce ad assorbire tutte le gocce di acqua o di umidità che trova lungo la superficie, raccogliendole in un piccolo contenitore posto al suo interno. I migliori lavavetri però, per far evitare all’utente di dover passare di nuovo il vetro per togliere i residui, hanno dei comodi panni in microfibra che vengono passati sul vetro in seguito alla rimozione delle gocce, oppure delle spazzole che rimuovono gli aloni.

I migliori modelli di lavavetri

Tra i numerosi modelli disponibili sul mercato, ecco un elenco dei migliori modelli, sia per maneggevolezza che per efficacia.

Vileda WindoMatic

Il Vileda WindoMatic è un lavavetri aspiragocce elettrico ma privo di cavi, per un prodotto più comodo e semplice da utilizzare. E’ di piccole dimensioni e molto leggero, per cui il suo funzionamento è molto semplice: bisogna far aderire la gomma presente in corrispondenza della testina alla superficie del vetro e va trascinata in direzione verticale. L’aspirazione dell’acqua sarà omogenea e interesserà anche punti più difficili da raggiungere quali angoli e bordi. Quando il serbatoio che contiene l’acqua è colmo può essere svuotato premendo semplicemente un pulsante. Ha dodici diverse velocità di funzionamento, per cui il suo utilizzo è particolarmente versatile, risultando ottimale non soltanto sui vetri delle finestre ma anche su specchi, box doccia, tavolini in vetro, parabrezza. Come tutti i modelli di aspiragocce, è necessario passare un panno in microfibra dopo l’aspirazione, per eliminare eventuali residui e aloni. Questo lavavetri Vileda è un prodotto da consigliare per il buon rapporto qualità / prezzo e la praticità ad efficacia.

Ariete Vetrella

Il lavavetri Vetrella della Ariete è un pulivetro elettrico  che funziona con una batteria al litio ricaricabile. Ha un’autonomia di funzionamento di circa trenta minuti e una potenza di 10 watt, l’ideale per la pulizia di finestre e specchi; ha un serbatoio che raccoglie l’acqua sporca che può essere estratto e svuotato al termine di ogni utilizzo. L’impugnatura ergonomica lo rende molto semplice da utilizzare, permettendo di risparmiare tempo in tutta comodità. La confezione è dotata anche di un panno in microfibra, che deve essere passato sul vetro per garantire la massima brillantezza.  Un acquisto da consigliare per chi cerca un prodotto funzionale e che svolge bene il suo dovere con rapidità.

Karcher WV 50

Il Karcher WV 50 è il miglior lavavetri elettrico in quanto, se confrontato con i semplici aspira gocce, è molto silenzioso e ha un’ampia autonomia di utilizzo (all’incirca una superficie totale di 75 mq): queste due caratteristiche lo rendono perfetto per chi deve pulire in modo intenso e frequente. Ha una batteria ricaricabile che lo rende più sicuro da utilizzare e più maneggevole. Presenta due serbatoi: uno dove va messa l’acqua pulita e il detergente, mentre l’altro raccoglie l’acqua sporca e può essere facilmente rimosso e svuotato. Ha inoltre in dotazione un comodo spray che consente di spruzzare direttamente l’acqua sul vetro e un panno in microfibra. I lavavetri Karcher sono in genere prodotti dal costo leggermente superiore, ma ripagano ampiamente in termini di resistenza nel tempo e risultati.

Karcher, Pulisci vetro, WV 50, Colore: Giallo
  • Con il nuovo aspiragocce WV 50 Plus Karcher, vetri, piastrelle e specchi sono puliti in un baleno

Salva

Leggi la nostra Disclaimer sui Prezzi. Cliccando sui prodotti sarà possibile trovare anche il miglior usato di qualità professionale a prezzi economici!

Leave a Reply